IL CENTRO DEL SUONO
MOSTRA "Le Origini
degli Strumenti Musicali"

Progettazioni Acustiche - SOUND DESIGN
MUSICA - ARCHEOLOGIA: MUSEI
I SUONI DELLA PREISTORIA
ELETTRONICA E WEB
IN RETE
WALTER MAIOLI ATTIVITA'
Cerchio e punto, logo soundcenter.it

logo soundcenter.it

SYNAULIA "Suoni, Musica e Danze dell'Antica Roma e dell'Antichità"
L'angolo dello SCACCIAPENSIERI
THE FLIYNG RHOMBUS SOCIETY
CONCERTI
DIDATTICA
INSTALLAZIONI SONORE
FILM - TEATRO
CD / DVD - CALENDARIO
pagina precedente
home
home italiano

home
home english
home
home español
  E-Mail : soundcenter@soundcenter.it
E-Mail : synaulia@soundcenter.it
E-Mail : cdsoundcenter@soundcenter.it


Sei nella sezione: SYNAULIA - Suoni, Musica e Danze dell'Antica Roma e dell'Antichità

    Synaulia | La Ricerca | Repertori Concerti | I Suoni dei Misteri | Attività in Germania | Musei | Stampa e TV | Calendario






SYNAULIA



Mosaico di Pompei.
Romeo Mangino -construttore e suonatore di Timpanum.
 



SYNAULIA LA RICERCA

Attraverso i reperti archeologici, oggetti, rappresentazioni figurate e le fonti letterarie d'epoca, sono stati identificati gli strumenti musicali impiegati dagli antichi romani, ma anche le combinazioni tra i diversi strumenti, le descrizioni sulle tecniche strumentali, sulla musica, sulla sua funzione e le occasioni in cui la si ascoltava.
Gli antichi romani come gli altri popoli dell'antichità non impiegavano come norma la scrittura della musica, era considerata un'arte a tradizione orale spesso colta e segreta che si trasmetteva direttamente da maestro ad allievo, tipico dei culti dei misteri e delle tradizioni popolari nelle quali sono tuttora usati alcuni antichi strumenti musicali, così come alcune tecniche e modi per suonarli.
Le composizioni musicali sono caratterizzate dallo strumento impiegato, dalle sue possibilità espressive-sonore, melodiche e ritmiche, così sono stati impiegati "modi musicali archetipi" tipici dell'area italica e mediterranea, considerando anche che nella Roma imperiale, a cui SYNAULIA s'ispira, confluirono culture e strumenti musicali da tutte le parti dell'impero e oltre.


 
 




 

Bassorilievo del Museo Altemps a Roma. -suonatore di Cornu



 

 
Menade danzante (dipinto su anfora).
Luce Maioli, tympanum

 

Anche per la danza abbiamo proceduto utilizzando i medesimi criteri, accostando l'antico al presente, considerando anche che molti gesti e suoni hanno perso la loro devozione divina per un cambio di valori e credenze.
La musica come la danza esprimeva direttamente la spiritualità e l'incanto ed erano vissute più come un fenomeno psicoacustico, motorio ed estatico che estetico e le ultime ricerche sulle funzioni dell'ascolto confermano "il potere dei suoni degli antichi strumenti musicali".
I brani musicali sono ispirati ai personaggi mitologici che sono delle rappresentazioni di caratteri arcaici preistorici, quali Fauno-Pan e le Ninfe che esprimono il mondo della foresta, dell'incanto e delle forze della natura, i diversi culti legati alla Magna Mater che già 40.000 anni fa era la "venere del corno" con la cornucopia di Fortuna, simbolo di fertilità e abbondanza, Cybele con i suoi cymbali e il suo tamburo, in Egitto era Isis, l'Iside che i romani hanno portato in tutta Europa. Bacco-Dioniso è portatore della cultura e delle arti primordiali, che si manifestavano con gli strumenti a fiato e a percussione. Mentre Mercurio e Febo-Apollo suonavano la lyra e la cithara, espressione delle coincidenze matematiche, dell'ordine e della musica "colta".


 
 
Danza a catena

 

Potete trovare la musica di Walter Maioli, Il Centro del Suono e SYNAULIA sul sito

logo soundcentershop
download digitale mp3 (256 kbit) o FLAC
www.soundcentershop.eu
info@soundcentershop.eu

Indietro