IL CENTRO DEL SUONO
MOSTRA "Le Origini
degli Strumenti Musicali"

Progettazioni Acustiche - SOUND DESIGN
MUSICA - ARCHEOLOGIA: MUSEI
I SUONI DELLA PREISTORIA
ELETTRONICA E WEB
IN RETE
WALTER MAIOLI ATTIVITA'
Cerchio e punto, logo soundcenter.it

logo soundcenter.it

SYNAULIA "Suoni, Musica e Danze
dell'Antica Roma e dell'Antichità"

L'angolo dello SCACCIAPENSIERI
THE FLIYNG RHOMBUS SOCIETY
CONCERTI
DIDATTICA
INSTALLAZIONI SONORE
FILM - TEATRO
CD / DVD - CALENDARIO
pagina precedente
home
home italiano

home
home english
home
home español
  E-Mail : soundcenter@soundcenter.it
E-Mail : synaulia@soundcenter.it
E-Mail : cdsoundcenter@soundcenter.it



Sei nella sezione: Progettazioni Acustiche - Sound Design

    Progettazioni Acustiche - Sound Design | Vedere il suono | L'Angolo dello Scacciapensieri | Installazioni Sonore | The Flying Rhombus Society | Plinio, l'Usignolo e le Tibiae |

L'angolo dello SCACCIAPENSIERI
     
  CLUB l'angolo dello scacciapensieri | Programma | Scacciapensieri, incontro tra le genti e i popoli | Scacciapensieri  nomi |
Il peso dello scacciapensieri
| Lo scacciapensieri in Italia | In prima pagina sul giornale | A tromma portafortuna
 

 

scacciapensieri disegno

Lo scacciapensieri

Incontro tra le genti e i popoli

Un simbolo per il villaggio globale acustico
della musica dal vivo, a misura umana e autoprodotta

di Walter Maioli e il Centro del Suono©

Scacciapensieri, questo è il nome più significativo “scacciare i pensieri” in italiano, scelto tra centinaia di nomi di tutto il mondo per rappresentare nell’essenza della sua funzione lo strumento musicale a lamella vibrante, ottenuto con elementi vegetali, palma, bambù o metallo, e suonato utilizzando la bocca come amplificatore-modificatore dei suoni.

Dopo il fischietto è lo strumento sonoro più diffuso nel mondo, non solo perché conosciuto a livello tradizionale in ogni continente ma anche perché a livello semi-industriale vengono prodotti e distribuiti diversi milioni di scacciapensieri all’anno.

Lo scacciapensieri è uno strumento povero per eccellenza, che può essere acquistato e impiegato da tutti e che non necessita essere musicisti per poterlo suonare, da soli in gruppo o abbinato ad altri strumenti musicali. Apparentemente monotono e dalle capacità sonore limitate in realtà si potrebbe definire strumento multiarmonico, generatore di suoni archetipi straordinariamente rivitalizzanti. Quindi esistono anche strumenti raffinatissimi e molto costosi, sorprendenti maestri virtuosi e persino partiture per scacciapensieri.

E’ uno strumento ecologico, dal suono personale  a misura umana che si può impiegare ovunque in casa come nei giardini, senza disturbare il circondario.
Strumento sonoro terapeutico per eccellenza, in cui la vibrazione, gli armonici, gli effetti sonori sono più importanti delle melodie, strumento capace di produrre musica fatta di onde continue, flussi di frequenze che agiscono in diverso modo sull’apparato psicoacustico.
Suonare lo scacciapensieri è importante, serve a concentrarsi sui suoni, sulla respirazione, sul ritmo e sviluppa la manualità psicomotoria. Praticare uno strumento musicale, anche solo poche decine di minuti al giorno, serve innanzitutto per relazionare se stessi.

Cercate di nutrirvi di suoni naturali, biologici, acustici, vibrazioni come quelle che si possono produrre con lo scacciapensieri, suoni “archetipi da fantascienza”che giungono da un “futuro antico”,  per ricongiungere all’essenza cosmica sonora che è in noi.

Lo scacciapensieri, un bene immateriale - materiale

Per una riscoperta e  rivalutazione delle tradizioni antiche e popolari
Ci sono monumenti e opere d’arte come edifici, statue, oggetti, mosaici e pitture da salvare. Come ovviamente la natura innanzitutto, l’ambiente , le piante , gli animali a cui siamo indissolubilmente legati in simbiosi.
Ma esistono anche altre realtà culturali da riscoprire e salvare legate profondamente all’uomo stesso che ne è portatore diretto come una lingua o antiche conoscenze sugli alimenti, la botanica, la medicina, l’arte. (Beni “immateriali”… aggiunta 2007).
L’uomo stesso è il bene più prezioso, ed ogni individuo ha qualcosa di unico, così le minoranze etniche e gli uomini dalle grandi capacità artistiche e umane tra cui gli artigiani, con i loro manufatti spesso sconosciuti o dimenticati.
Gli strumenti musicali sono tra tutti gli oggetti prodotti dall’uomo quelli “magici” per eccellenza, perché generatori di quel mistero trasparente che cattura e libera gli animi: il suono e la musica.
Lo scacciapensieri, strumento apparentemente monotono e dalle capacità sonore limitate in realtà si potrebbe definire strumento multiarmonico, generatore di suoni archetipi straordinariamente rivitalizzanti.
Solo ascoltando la sorprendente e sconosciuta diversità dei suoni prodotti dai differenti scacciapensieri di tutto il mondo si può comprende l’unicità di ogni strumento così dell’umano che lo ha tramandato, costruito e suonato. (Walter Maioli , 1983)

Mondharp -  L’arpa a bocca

Uno degli strumenti più antichi del mondo, l’arpa a bocca.
Uno strumento glorificato che richiama i ricordi del tempo del Hippies, di fuochi di accampamento che si ritrovano in tutti i tempi e in tute le culture.
Uno strumento universale del quale la sconosciuta diversità musicale sarà ascoltata durante questo viaggio sonoro nel mondo, dalle colline scozzesi fino alla Mongolia, dal Rajestan e Bali, all’Austria, all’Italia dove lo scacciapensieri  “scaccia i pensieri”. Anche un viaggio nel tempo, questo strumento dei trovadores e mendicanti dell’epoca del medioevo era anche suonato dai virtuosi concertisti del diciannovesimo secolo.
Durante questo viaggio  sentiremo anche le storie di streghe danzanti e giovani che vedono opportuno “giocare” con l’arpa a bocca per poter ascendere ad un’avventura d’amore.

(Introduzione al radioprogramma olandese VPRO di Walter Slosse  e Phons Bakx dedicato allo scacciapensieri realizzato nel 1986)

Mostra al Club l’Angolo dello Scacciapensieri ©
presso il laboratorio Synaulia in Stabiae al Campus RAS a Castellammare di Stabia

Scacciapensieri in bambù - dall’alto : 1 “Papua”, New Guinea - “Ainu”, Okkaido, Giappone - 3  “Dayak”  Borneo -
4
“Ubo”, Filippine - 5  Thailandia -
in metallo - dall’alto a sinistra : Nepal - 2  Altai, Siberia - 3  Afghanistan -
4  India Nord-West - 5  Germania - 6  Austria – 7 Sardegna, Italia - 8  Sicilia, Italia - 9 Vietnam - 10 Italia  -

Collezione del Centro del Suono

   
   
suonatore di scacciapensieri1suonatore di scacciapensieri anticosuonatore di scacciapensieri2
suonatore di scacciapensieri3suonatrice di scacciapensieri1suonatrice di scacciapensieri2
suonatrice di scacciapensieri3suonatore di scacciapensieri4suonatore di scacciapensieri5
 

1 – Sicilia, Italia http://www.solnet.it/strumusipopol/idiofoni.htm  2 - Dirck Jaspersz. van Baburen
3 - Daniel Higgs  4 - Rajesthan, India  5 – Ainu, Giappone http://www.ainu-museum.or.jp/mukkuri/step7.html
6 – Yakutia  7 - Albina Degtyareva, Yakutia  8 – Siberia  9 – New Guinea http://www.tsg-grevenbroich.de

Lo scacciapensieri nel mondo
jew’s harp - jaw harp - mouth harp - mouthfiddle (Inghilterra – USA) -  guimbarde - trompe de Juive (Francia)  verimbao (Spagna) muxukitarra (Paesi Baschi) mondharp (Olanda) maultrommel (Germania) muultrummle  (Austria) munnharpa (Norvegia) vargan (Russia)  khomus (Yakutia ) - quingon – kunkon- kunkan – kunka (Siberia Ovest)  dan moi (Vietnam) chang (Afghanistan) murchang ( Rajesthan, India) gougina (Assam) unkin (Manipur) machinga (Nepal) génggong (Bali) ginggong (Malesia)kǒu xián (Cina) mukkuri (Ainu, Giappone) kuchibiwa -  kubing -  ko-ding (Filippine) susap – songer – nawmbo ( New Guinea)  utete (Samoa)  ni'au kani (Hawai) rooria (Nuova Zelanda) trompa - torompe (Argentina) turompa (Columbia) ….e altri ancora, disponibile la lista aggiornata.

in Italia
marranzanu – mariolu – ngannalarruni ( Sicilia)  trunfa – trumba - marrancuni – callaruni – zapurra –
ganganarruni  (Sardegna) tromma ( Campagna) cianforma – sanforma (Liguria) sanforgna –
ribobia (Lombardia)  ribebba (Piemonte)  garavléna (Romagna) grillane, biobò (Toscana) tintine (Friuli)

scacciapensieri e Vesuvio

Walter Maioli appare tra i 199 Jew's harp Specialists of the World (Antropodium Mouth Harp Pages)
Suona lo scacciapensieri “tradizionalmente”sin da ragazzo. Lo impiega con il gruppo Aktuala, da lui fondato, registrando nel 1974 il disco “La Terra”. Nel 1998 suona lo scacciapensieri con la cantante siberiana del Tuva, Sainko, nel CD “Naked Spirit”. Da più di 20 anni  è amico dell’olandese Phons Bakx, divenuto un’autorita nella conoscenza e nel rilancio dello scacciapensieri. Walter sperimenta lo strumento nella musica minimale e nella sonoterapia. 


Walter Maioli Nato a Milano nel 1950, artista, ricercatore, paleorganologo, compositore e flautista preistorico – futurista e pluristrumentista, specialista in Suoni della Natura -  Archeologia sperimentale e Musica – Culture sonore arcaiche - Archeoacustica e Antichi paesaggi sonori – Esplorazione elettronica della Natura  e  riscoperta dei poteri psicoacustici dei suoni archetipi. Progettazioni acustiche tra natura e tecnologia per un sound design del futuro.
Precursore- innovatore, da più di trentacinque anni applica le ricerche sui suoni, sulle origini degli strumenti musicali e la musica nello spettacolo, nel turismo, nella didattica e nella terapia, realizzando concerti, conferenze, seminari, laboratori, esposizioni, Artworks, istallazioni, CD, libri, suoni e musiche per il teatro, video e film. Anticipatore della musica del Mediterraneo e della World Music.
Ha svolto centinaia di concerti con i “Suoni della Preistoria” e con il gruppo Synaulia, da lui fondato, presenta gli strumenti musicali dell’antichità classica.
E’ autore di varie pubblicazioni, tra cui : Walter Maioli, “Le Origini: Il Suono e la Musica” - Jaca Book, Milano 91.

   

Luce Maioli e Nathalie van Ravenstein insieme a Walter Maioli, hanno fondato SYNAULIA nel 1995 e nel 2001 il Centro del Suono. Sono pluristrumentiste, ricercatrici, oltre a suonare gli strumenti a corda, lyra, cithara, sambuca e arpa, recitare e cantare, suonano abilmente strumenti a fiato, anche complessi, come i flauti ad imboccatura aperta egizi, le tibiae e il plagiaulos ad ancia, inoltre danzano impiegando strumenti tipici delle Menadi e delle Baccanti come il tympanum, i cymbalum e i crotala, con raffinate e vorticose movenze antiche acquisite dopo un lungo studio sull’iconografia e altre fonti. Da sempre suonano diversi tipi di scacciapensieri presentandoli in un vasto elaborato repertorio con un proprio stile personale.

Luce Maioli curriculum
Nathalie van Ravenstein curriculum

Il Centro del Suono: suoni e musiche della natura, preistoria e antichità per concerti, teatro, mostre, archeologia sperimentale, sonorizzazioni musei, film e web. Fondato nel 2001, come associazione culturale, da Walter Maioli, musicista, paleorganologo, che da più di trent’anni ricerca, sperimenta e applica i suoni della natura, della preistoria e dell’antichità; e  da Luce Maioli e Nathalie van Ravenstein,  pluristrumentiste, danzatrici, che  svolgono una ricerca  incentrata sul ruolo femminile nell’arte, nel mondo sonoro e nell’invenzione degli strumenti musicali. Il Centro del Suono gestisce una collezione con migliaia di strumenti musicali della natura, della preistoria e dell’antichità, per concerti, teatro,  mostre, archeologia sperimentale, installazioni e suoni per musei  video, film e web.

 

NOTE
Logo dal marchio del II Congresso Internazionale di mouth harp del 1991

 a Yakutsk, Republic of Sakha (Yakutia), Siberia, Russia.

Nella Sakha –Yakutia  il khomus , lo scacciapensieri,  è strumento nazionale

concerto di scacciapensieri in Yakutia
Potete trovare la musica de Il Centro del Suono e SYNAULIA sul sito

soundcentershop.eu
www.soundcentershop.eu



Il Centro del Suono© | www.soundcenter.it | E-Mail : soundcenter@soundcenter.it   inizio pagina
tutto il materiale pubblicato è di proprietà de "Il Centro del Suono" ed è coperto da copyright ©
home