IL CENTRO DEL SUONO
MOSTRA "Le Origini
degli Strumenti Musicali"

Progettazioni Acustiche - SOUND DESIGN
MUSICA - ARCHEOLOGIA: MUSEI
I SUONI DELLA PREISTORIA
ELETTRONICA E WEB
IN RETE
WALTER MAIOLI ATTIVITA'
Cerchio e punto, logo soundcenter.it

logo soundcenter.it

SYNAULIA "Suoni, Musica e Danze
dell'Antica Roma e dell'Antichità"

L'angolo dello SCACCIAPENSIERI
THE FLIYNG RHOMBUS SOCIETY
CONCERTI
DIDATTICA
INSTALLAZIONI SONORE
FILM - TEATRO
CD / DVD - CALENDARIO
pagina precedente
home
home italiano

home
home english
home
home español
  E-Mail : soundcenter@soundcenter.it
E-Mail : synaulia@soundcenter.it
E-Mail : cdsoundcenter@soundcenter.it



Sei nella sezione: Progettazioni Acustiche - Sound Design

    Progettazioni Acustiche - Sound Design | Vedere il suono | L'Angolo dello Scacciapensieri | Installazioni Sonore | The Flying Rhombus Society | Plinio, l'Usignolo e le Tibiae |

L'angolo dello SCACCIAPENSIERI
     
  CLUB l'angolo dello scacciapensieri | Programma | Scacciapensieri, incontro tra le genti e i popoli | Scacciapensieri  nomi |
Il peso dello scacciapensieri
| Lo scacciapensieri in Italia | In prima pagina sul giornale | A tromma portafortuna
 

 

scacciapensieri vesuviano Club l'Angolo dello Scacciapensieri©
MOSTRA - DIMOSTRAZIONI - CONCERTI - FESTIVAL - RADUNI -
ANGOLI SONORI - STRUMENTI - CD - VIDEO - LIBRI - BOLLETTINO IN RETE

The Mouth harp corner© - Walter Maioli e Il Centro del Suono

L’Angolo dello Scacciapensieri
©
è iscritto alla INTERNATIONAL JEW'S HARP SOCIETY e al THE JEW'S HARP GUILD
     
     

N. 1
I primi risultati dell’Angolo dello Scacciapensieri
10 Febbraio 2009

Si sono riuniti Walter Maioli, Luce Maioli, Ivan Gibellini, Katello e Nino Galasso, che insieme a Nathalie van Ravenstein sono i componenti base del Club l’Angolo dello Scacciapensieri. Vengono eseguite delle registrazioni audio e delle fotografie.

Musici

Katello aka Catello Gargiulo, 24 anni, nato a Casola di Napoli, Musicista, oltre a suonare la tromma (la tromba degli zingari come è chiamato lo scacciapensieri in Campagna) di cui è un valente continuatore delle tradizioni, suona l’organetto, la tammorra, le nacchere e canta.

Nino Galasso, 30 anni, nato a Castellammare di Stabia, Napoli, strumentista, suona la tammorra, la tromma, le nacchere e canta. Costruttore e restauratore, studioso delle tradizioni popolari del Golfo di Napoli. Ricercatore, tra cui degli anziani, depositari delle antiche pratiche. Promotore di corsi, per la ricerca di giovani talenti, e di manifestazioni per rivalutare e tener vive “le feste di una volta”.

Registrazioni Ivan Gibellini
Foto Luce Maioli
Coordinamento Walter Maioli

 

“A tromma portafortuna”
 contro il malocchio

Tromma portafortuna di Domenico Bevilacqua
suonatore di scacciapensieri
 
Tromma portafortuna di Domenico Bevilacqua 

Katello aka Catello Gargiulo

 

Vi sono attorcigliati due serpenti, spunta un cornino e un cuore, e tintinnano tre tintinnaboli non appena lo tocchi. E’ la meraviglia di uno scacciapensieri e insieme a lui Katello che sa dare “il tocco” e attivarlo nel giusto modo, dargli la voce piena  e farlo vibrare a ritmo della tarantella.
L’originale strumento e stato realizzato da Domenico Bevilacqua, uno degli ultimi custodi della tradizione di costruttori di tromma, lavoro tipico  degli zingari. Domenico racconta quando con il padre e 8 fratelli realizzavano per le feste di paese, in un angolo a loro assegnato, una fucina per produrre scacciapensieri, addirittura su misura.Adesso realizzare una fornace in mezzo alla strada è decisamente proibito, solo durante le rare dimostrazioni di archeologia sperimentale si vedono queste cose (come le facciamo con Angelo Bartoli di Antiquitates).

scacciapensieri con fiocco colorato

Il rosso per la fortuna e la fertilità
I fili sono una visualizzazione dei suoni, una ricerca sinestetica
Per la tradizione i  nastri e fiocchi colorati corredano una protezione magica contro il malocchio.


sessione di prove con scacciapensieri

Katello aka Catello Gargiulo

Con You Tube … un mondo che finisce … Ma ne inizia un altro ? quale ?

Katello non conosce  Michael Wright e neanche Tran Quang Hai non sa della Yakutia, dei Papua e degli Ainu. Ha sentito, vagamente, che esistono vari scacciapensieri e che lo suonano un po’ per tutto nel mondo, ma non ha ancora visto bene YouTube, è totalmente assorbito dalla musica popolare, che da queste parti è faccenda quotidiana, con feste e ricorrenze, matrimoni e celebrazioni.
Quindi Katello, rappresenta uno degli ultimi autentici portatori delle tradizioni, più sull’aia con i contadini e alle feste di paese, che davanti un computer e nelle discoteche.
Risultato : quando con lo scacciapensieri suona la tarantella ti mette l’argento vivo in corpo, quel qualcosa che sul pentagramma sta li e che tutti noi scacciapensieristi del mondo possiamo cercare di imitare, ma per quella magia che è “la musica” non sarà mai la tarantella del Golfo che Katello sa rivelare.
Con YouTube, ma anche con MySpace, simboli concreti della rete, siamo definitivamente  entrati nel villaggio globale, dove tranquillamente da casa propria si può fare il giro del mondo, vedendo le cose più disparate ed incontrando amici con cui parlare oltre ogni filtro.
Tutto ciò sta portando ad una velocissima trasformazione culturale. Per quanto riguarda la musica,
nascono delle problematiche, perché senza una distinzione di categorie: musicisti professionisti, semiprofessionisti, amatori etc. si mescola di tutto, quindi capita che grandi e validi musicisti sono sommersi e circondati da decine di video e di pagine “goliardiche” , e tutto non trova più un riferimento, ne culturale, ne storico…nulla, solo…una paccottiglia di video.
Per la musica tradizionale, a trasmissione orale e soprattutto pre-orale, siamo arrivati al capolinea, si chiude definitivamente un’epoca, quella della contaminazione stilistica involontaria tra popoli, etnie e tradizioni, cominciata su larga scala negli anni 30 del secolo scorso con l’inizio delle trasmissioni radio e della diffusione massificata della musica registrata.
Quindi sarà sempre più difficile trovare, un Katello, ciò un musicista che suona ancora uno strumento “d’angolo” come lo scacciapensieri, in modo stilisticamente non contaminato, eseguendo le proprie tradizioni musicali, senza aver subito influenze esterne.
E’ per questo che in questa fase storica,  è importante scoprire, salvaguardare, incoraggiare, trasmettere, saper presentare e collocare nel villaggio globale in modo appropriato questo straordinario patrimonio culturale che lo scacciapensieri costituisce, in tutti i suoi aspetti, dalle tradizione alla musica sperimentale, dai professionisti agli appassionati e perché no, anche i goliardici, purché non invadano completamente il campo.

Katello e Nino Galasso suonano scacciapensieri e tammorra

Katello e Nino Galasso sulla terrazza del Campus RAS - Restoring Ancient Stabiae Foundation,
Istituto Internazionale Vesuviano per l'Archeologia e le Scienze Umane a Castellammare di Stabia
nel Golfo di Napoli che ospita l’Angolo dello Scacciapensieri

Club L’Angolo dello Scacciapensieri©
SYNAULIA IN STABIAE
Il Centro del Suono

www.soundcenter.it
at
RAS - Restoring Ancient Stabiae Foundation
Istituto Internazionale Vesuviano
per l'Archeologia e le Scienze Umane
via Salario 12
80053 Castellammare di Stabia - Napoli
www.stabiae.org
http://archeocampusvesuviano.stabiae.com/


Tra due settimane “circa” :

 

“A tromma”
La  tromba degli zingari

Domenico Bevilacqua uno degli ultimi rari costruttori

peso            gr. 90                               gr. 93                                         gr. 168
 
peso             gr.  87                              gr.  89   gr. 72

Club l’Angolo dello Scacciapensieri©
presso il laboratorio Synaulia in Stabiae al Campus RAS a Castellammare di Stabia

Potete trovare la musica de Il Centro del Suono e SYNAULIA sul sito

soundcentershop.eu
www.soundcentershop.eu

Il Centro del Suono© | E-Mail : soundcenter@soundcenter.it   inizio pagina
tutto il materiale pubblicato è di proprietà de "Il Centro del Suono" ed è coperto da copyright ©
home